Nell’ odierna provincia di Reggio Calabria, l’antica Rhgion, sopravvive ancora oggi, uno dei più antichi, se non il  più antico, Idioma dell’intero bacino del Mediterraneo, la Parlata Greca. Essa era qui apparsa coi primi colonizzatori greci ancor prima dell’ VIII sec. a. C., periodo in cui si registra la prima consistente emigrazione di popoli ellenici ad occidente dell’ Ellade, nelle terre bagnate dal mar Jonio occidentale, dando inizio così a quella che gli storici chiamarono H Megalh EllaV (La Magna Graecia). La Magna Graecia fu quel lungo periodo d’emigrazione e colonizzazione che dall’ VIII sec. si protrasse sino al III sec. a. C. realizzando nel sud-Italia, un nuovo soggetto politico che durò oltre mille e cinquecento anni secoli e superò di gran lunga quello della madre-patria. E’ quanto mai opportuno quindi, dovendo e volendo, dare una particolare “identificazione” e “collocazione” a questo sito, “presentarlo”, per quanto possibile, con validi contenuti di carattere storico-culturale e linguistico  riguardanti appunto la Grecia e, nello specifico, la “Magna Graecia” da cui i Grecofoni del Reggino con la loro lingua, sono i diretti discendenti ed oggi, gli autentici testimoni. Con queste pagine, ed in queste pagine, si vuole iniziare un percorso, attraverso il tempo, per dare una voce a quelli che non l’hanno mai avuta, agli ultimi parlanti cioè il greco-calabro. Un percorso che inizierebbe con l’ arrivo in Italia (Campania, Basilicata, Sicilia, Bruzio, Apulia ecc.), dei Coloni Greci, cercando di capire, attraverso i diversi e complessi periodi storici (romano, bizantino, arabo-mussulmano, normanno, svevo, angioino, aragonese, spagnolo, borbonico ecc.), la vita, la lingua ed il ruolo, nel loro evolversi, che ebbero i Parlanti greco, in un immenso arco di tempo che, col perpetuarsi della parlata sino ai nostri giorni, supera abbondantemente i 2800 anni.